Skip to Navigation

Italia

Italia · 05.10.2016

COMUNICATO CONGIUNTO, ALLO SCIOPERO DEL 21 OTTOBRE, con iniziative locali,
oltre alle tre OO.SS. tra le prime proclamanti, si sono AGGIUNTE SICOBAS E ADL COBAS,
oltre che vari comitati e coordinamenti delle scuole. 
                                                           

COMUNICATO STAMPA

 

SCIOPERO GENERALE 21 OTTOBRE E MANIFESTAZIONE NAZIONALE 22 OTTOBRE

 

USB, Unicobas e USI contro il governo Renzi e per il NO al Referendum

 

L'USB, l'Unicobas e l'USI hanno indetto lo sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private per l’intera giornata del 21 Ottobre.

 

 

 

Italia · 02.03.2016

Italia: 18 MARZO SCIOPERO GENERALE

 

Il 18 marzo CUB, SI Cobas e USI AIT hanno indetto uno SCIOPERO GENERALE per l’intera giornata, con due manifestazioni nazionali a Milano e Napoli

-         Contro la guerra e ogni intervento militare dell’Italia, in Medio Oriente, in Libia o altrove;

-         Contro il Jobs Act che liberalizza licenziamenti e precarizza ogni lavoratore

-         Contro accordi e leggi che limitano la libertà di associazione sindacale dandone il monopolio ai sindacati riconosciuti da padroni e governo, contro le restrizioni al diritto di sciopero;

-         Per il rilancio della contrattazione collettiva nazionale, contro la frantumazione in contratti aziendali e individuali

-         Per l’aumento del salario e un salario dignitoso a disoccupati e precari;

-         per la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario contro la disoccupazione;

-         per la libertà di circolazione delle persone e la parità di diritti degli immigrati.

Lo sciopero è inoltre in particolare:

Contro la controriforma della scuola che toglie risorse alla scuola pubblica per darle ai privati, che offre ai padroni il lavoro gratuito degli studenti;

per il diritto all’abitare, contro gli sfratti, per l’assegnazione delle case popolari e private sfitte ai senza casa;

contro la logica del profitto che produce inquinamento e devastazione ambientale.

 

Lo sciopero del 18 marzo è un primo passo verso l’unificazione delle lotte, ora isolate in singoli settori e aziende, per la creazione di un fronte unico di classe a difesa dei lavoratori contro la guerra interna ed esterna di padronato e governo.

 

Facciamo sentire la nostra voce di lavoratori,

il 18 marzo scioperiamo compatti !

Milano: Concentramento ore 10 p.le Lodi

Italia · 19.02.2016

NO alla “sentenza-reato” contro Riccardo Antonini!

 Riceviamo e inoltriamo, il comunicato, che invitiamo a pubblicare, divulgare, diffondere, che
ci proviene dall'Assemblea 29 giugno di VIAREGGIO e dall'Associazione IL MONDO CHE VORREI,
che è pullicato sotto il nostro messaggio.

    La nostra solidarietà e sostegno a questa situazione e lotta, che è anche la nostra come Confederazione sindacale nazionale Usi,  Da sempre, siamo impegnati nei comitati (come il combattivo comitato 5 aprile di Roma), nella rete nazionale su salute sicurezza sul lavoro e sui territori, nonchè sui posti di lavoro per la difficile vicenda, di vedere rispettate e applicate in modo pieno ed efficace le 4 fasi di prevenzione, informazione, formazione e addestramento, per chi lavora e a tutela di cittadinanza e utenza di servizi pubblici e al pubblico, ci porta anche in questo caso ad essere solidali e vicini a Riccardo Antonini e a tutte-i coloro che come a Viareggio da anni si stanno battendo con le loro energie e con tenacia per VERITA' E GIUSTIZIA.
    LA SALUTE NON E' UNA MERCE, LA SICUREZZA NON E' UN COSTO "AZIENDALE" DA TAGLIARE PER
    MANTENERE INALTERATI PROFITTI.
    ORA E SEMPRE RESISTENZA
    Segreteria generale nazionale Confederazione USI UNIONE SINDACALE ITALIANA
    fondata nel 1912 segreteria collegiale UDINE-MILANO-ROMA-CASERTA
    sito ufficiale www.unionesindacaleitaliana.eu
     
    Roma, 18 febbraio 2016

Italia · 07.12.2015

Italia: contra el Acuerdo de la “Vergüenza” sobre la representación sindical

Defendemos el unionismo de lucha para rechazar las medidas de austeridad, racistas, explotadoras y de represion!

Defendemos el derecho de expresion y el derecho de huelga!

El 10 de Enero de 2014 los secretarios generales de la Cgil, la Cisl y la Uil, Ugl (se trata de los sindicatos mayoritarios en Italia) junto con los representantes de la patronal italiana (Confindustria) han firmado un acuerdo (“Texto Único sobre la representación sindical”) que reduce a cero la democracia sindical en las empresas privadas, extendiendo y empeorando el modelo Fiat-Pomigliano (donde se aplicó por vez primera) a todas las empresas privadas. La patronal italiana (Confindustria) y los sindicatos mayoritarios (Cgil, Cisl e Uil, Ugl) han decidido cancelar la democracia sindical en el puesto de trabajo con la firma de este acuerdo. http://coordinamentonoausterity.org/
Italia · 08.08.2015

8 AGOSTO 2015, sono passati 59 anni, dalla la strage sul lavoro nella miniera: "La catastrofa"

8 AGOSTO 1956 - di MARCINELLE in Belgio.

262 morti, di cui 136 di emigrati italiani, nel linguaggio locale, a metà tra francese e dialetto, la strage fu chiamata  "La catastròfa".

Un incendio scoppiato a quota 975 della miniera, nel distretto carbonifero di Charleroi, 262 morti a causa di un incidente banale, UCCISI SUL LAVORO soprattutto dalla "premeditata" imprevidenza, dalla mancanza delle  elementari misure di protezione (anche all’epoca da rispettarsi), dalla disorganizzazione. Uno degli eventi luttuosi dell'immigrazione italiana all'estero, in virtù di accordi tra il Governo belga e quello italiano, forza lavoro e braccia in cambio di quote di carbone per la "ripresa italica" dopo la seconda guerra mondiale.